Ctrl + P

Stampante

 

 

Quale opportunità migliore per scrivere un post se non le dimissioni di un consigliere comunale?

I 5 stelle solbiatesi non si lasciano scappare l’occasione .

Cito testualmente:

‘Speravamo qualcosa di diverso almeno in una realtà piccola come la nostra, ma probabilmente è una verità il proverbio che recita… “tutto il mondo è paese”.
Per questo, siamo convinti che nonostante le elezioni amministrative non ci abbiano dato ragione, il nostro comportamento onesto e trasparente nei confronti dei cittadini,passi. attraverso proposte e “fiato sul collo” che filma tutti i consigli comunali’ 

Avete capito? Perchè li si lavora, ci si scervella per il paese, notti insonni per capire…COME SI STAMPA

Annunci

L’ennesima occasione persa

Domenica c’è stata la festa dello sport. Tutto bello, tranne la location.

Sabato, a Busto, stessa identica kermesse. Dove?

Tigros? NO

Carrefour? mmmh…NO

Più semplicemente in centro, dandogli modo di vivere.

Ma qui no, il paese si è spostato e non lo sapevo. Solbiate olona è  nel Golf, Solbiate Olona è nell’Iper, Solbiate Olona è nella Caserma. Solbiate Olona è in tutti i posti tranne che in paese.

Continuiamo così..

 

Commenti ad 1 stella, scarsa…

 

fhhfjg

 

 

Il primo consiglio comunale non è stato un bell’inizio per la giunta Melis e, secondo qualcuno, neanche per le opposizioni.

Le dimissioni di Antonello Colombo non vanno giù ai 5 stelle solbiatesi.  Per i grillini, l’attaccamento alla poltrona e lo stipendio sembrano essere le cause. Per non parlare poi di Tisano e Lazzaretti utili,a loro dire, solo per giudicare le ‘mise’ della giunta comunale. Battuta, tra l’altro, più consona al cabarrettista(non me ne vogliano quelli veri) comparso nella campagna melisiana.

Ce n’è pure per la Pro loco. Presunte dimissioni dicono, figlie della débacle elettorale di Buongiorno Solbiate.

Tornando a noi, si parla di tradimento nei confronti dell’elettorato…va bè. Comunque non prendetevela Sonia e Alessia, hanno rispettato solo la linea del partito.

Quello che però mi chiedo è altro. Come mai nessun giudizio sulla nuova giunta Melis?

Non ci si chiede come mai una giunta lungimirante, capace di smascherare un’assistente sociale truffaldina ‘di colore’ (non si sa il perchè ma lo specificano sempre) si sia trovata ad arruolare 2 assessori esterni? Tra questi uno è Aspesani, non inserito nella lista elettorale forse perchè troppo riconducile all’NCD??? In questo caso l’elettorato non è stato tradito?

Possibile che una squadra così vincente avesse bisogno di farsi suggerire chi votare per la Commissione elettorale durante il consiglio stesso? Sbagliando pure per giunta, visto che è stata rifatta 3 volte? La finta chiamata all’ex assessore bloccato in ‘autostrada’ ?

Nessun commento sulle capacità dei consiglieri di maggioranza?

Rispondetemi a queste domande…

 

I franchi tiratori

riverso

(vignetta Tiziano Riverso)

Ha vinto Melis con il 45% dei consensi. Chapeau

Mi ricorda tanto Berlusconi, nessuno diceva di averlo votato ma poi sbancava sempre. Anche nei modi si somigliano molto: la foto con la vecchina, la foto del profilo destro, di fronte e del profilo sinistro, la foto con i volontari, quella con i militari…

Comunque:

Un terzo dell’elettorato di Buongiorno Solbiate è passato alla Voce Solbiatese (circa 300), gli altri 300 sono i Franchi tiratori.

Questi insospettabili, che poi si sa già chi sono, hanno deciso le sorti del paese. Le loro intenzioni erano già chiare da tempo solo che qualcuno se ne era accorto, altri ci hanno fatto affidamento per poi rimarci scottati.

Quando i posti verranno assegnati si avrà la quadratura del cerchio. Non ci resta che ripartire da quel 55% di solbiatesi che non si sente rappresentata da questa giunta.

Il colpo di grazia ad un paese già agonizzante è stato dato.

A qualcuno è bastata una bottiglia di vino da bere nel suo orticello, ad altri quella bottiglia servirà per festeggiare ben altro.

Il mio falegname,con 30.000 lire, la faceva meglio…(cit.)

Campagna elettorale…taaac, strade nuove.

Per carità, via dei ronchi e IV novembre ne avevano proprio bisogno come anche via Roma e via Varese che però sono state dimenticate.

Ci si aspetta che nel rifare una strada, l’amministrazione segnali le criticità da sistemare visto che è mandataria dell’opera. Quindi nel rifare la IV novembre mi aspetto che la conca ‘lava pedoni’ all’incrocio con via Patrioti faccia parte del progetto…ed invece, è ancora lì!

Se due indizi fanno una prova, io ve ne do altri tre: l’effetto vento dato alla segnaletica orizzontale, la velocità di compimento dell’opera e il perchè solo quelle due vie sono state rifatte.

Ora, non è che qui, Pedemontana ci cova e l’amministrazione se ne prende il merito?

Ora, rideteci su:

Un premio finto per degli sportivi veri

Sono arrivato ad un punto di non ritorno, nel senso che mi manca la forza di partecipare a messe in scena come quella di ieri sera. Sport e sportivi sono stati attori inconsapevoli di una pièce teatrale, quasi nauseante, che non rappresentava per niente i valori dello sport. E allora cos’è?

Solo una scatola vuota, come buona parte delle cose di questa amministrazione.

Se Solbiate non è attrattivo a livello sociale come fa ad essere un fiore all’occhiello per lo sport? La piscina è all’avanguardia perchè a Fagnano e ad Olgiate non è presente  , ma in confronto a Gorla Minore, Cassano e Tradate?

Le eccellenze, Golf e Caserma Nato, per definirsi tali devono essere fruibili dalla cittadinanza. ACES si è preoccupata di saperlo? Ve lo dico io..NO, perchè nessuna di queste lo è.

Andate a vedervi i comuni che sono stati premiati quest’anno. Il nostro competitor, come numero di abitanti, era Saint Vincent . Giudicate voi, ora, i criteri per l’assegnazione delle bandiere.

Concludo facendo una riflessione. Un gran galà dello sport a fine marzo  può aprire la stagione sportiva? No, e se vi chiedete il perchè di un evento del genere leggetevi questo:

Articolo 5 – Impegni per la città nominata
5.1 – In caso di assegnazione del riconoscimento di “Capitale”, “Città” o “Comune” europeo dello sport, ciascuna Amministrazione Comunale è tenuta a rispettare il seguente elenco di attività minime da svolgere durante l’anno in cui sarà in carica:
– n°1 Cerimonia/conferenza stampa di presentazione ed apertura delle attività, alla presenza di rappresentanti ACES, in funzione del titolo conseguito;
– Vari eventi sportivi di grande rilevanza (internazionale, nazionale, regionale, locale), a cui dovranno presenziare rappresentanti ACES, in numero non inferiore a 36 per le Capitali, 24 per le Città e 12 per i Comuni;
– n°1 Cerimonia/evento di valore sportivo e culturale europeo – con tema a scelta ed in funzione del titolo conseguito – da effettuarsi al termine delle attività entro l’anno di carica, a cui dovranno essere invitate rappresentanze di tutte le Amministrazioni comunali che hanno conseguito i riconoscimenti ACES nell’anno.

Da sportivo, un premio ‘obbligato’ non rappresenta quella che è la mia idea di sport. Il sacrificio, la fatica, gli infortuni, le gioie e le delusioni sono stati calpestati.I nostri atleti sono un valore aggiunto per il paese. Onore ai premiati, mi spiace solo che quel premio, dopo queste righe, se lo godranno di meno.solbia