Cagate pazzesche (cit)

Nel consiglio comunale più finto della storia sono state approvate le aliquote delle TASI. Il motivo dell’assenza delle minoranze era chiaro ai più, a qualcuno invece è sfuggito: pace. Il sindaco si ‘bulla’ delle scelte fatte e indomito striglia le opposizioni:

Durante la seduta si è deciso di fissare l’aliquota minima per la TASI: in particolare la prima casa pagherà l’1 per mille mentre a tutti gli altri immobili è stato chiesto un contributo che sarà allo 0,70. Un piccolo aumento in vista per l’addizionale Irpef che aumentata dell’1,5, passando dal 2 al 3,5 per mille con un’esenzione per i redditi fino a 12mila euro e come l’anno scorso niente IMU. «Basta leggere questi numeri per capire come la tassazione in città sia tra le più basse» commenta Melis che contrattacca: «la battaglia delle opposizioni rischiava di portare i nostri cittadini a pagare di più».( fonte VareseNews)

Basta leggere questi numeri per capire che sarebbero stati gli stessi che lo stato avrebbe destinato di default al comune di Solbiate se il consiglio illegittimo di ieri non fosse stato fatto. Discorso diverso va fatto per il ‘piccolo aumento in vista per l’addizionale Irpef che aumentata dell’1,5, passando dal 2 al 3,5 per mille’

A casa mia sono certo che è quasi il doppio rispetto a prima.

Non ci resta che ridere:

 

Annunci