A chi sai che ne ha bisogno non vendere ciò che puoi dargli gratis(cit.)

imu

La scelta dell’amministrazione Melis di non far pagare l’IMU ai solbiatesi è apparsa, ai più, un’ ottima idea che in vista delle imminenti elezioni comunali quasi sicuramente pagherà.

A me lascia abbastanza perplesso.

L’addizionale IRPEF era stata introdotta nel 2011 dall’attuale giunta per far fronte ai mancati introiti dell’ICI, abolita nel 2008 dal Governo. Quindi, mi aspetto,  e anche il solbiatese dovrebbe aspettarselo, che la rinuncia dell’IMU da parte del comune sia un atto dovuto in ragione del fatto che già si contribuisce con una tassa che prima non si pagava.

Ed invece passa come un sacrificio del comune che rinuncia ad una tassa,ripeto, che non dovremmo comunque pagare. Quindi svegliatevi!

A voi i commenti…

Qualcuno qui ha già detto la sua.

Annunci

Pronti, partenza, via!

Ieri sera si è svolto l’incontro organizzato dal Pd locale, aperto al popolo delle primarie e non, in vista delle elezioni amministrative.

Davanti ad una quarantina di persone, gli esponenti del partito hanno detto la loro. Tra gli argomenti trattatati, il più importante e decisivo è stato sicuramente la volontà di fare fronte comune con le altre liste presenti a Solbiate, in modo tale da impedire che lo spettro di un ‘Melis bis’ si materializzi.

Il requisito fondamentale però è l’unione di intenti tra le parti che ad oggi non sembra possibile. Trapela, infatti, che un approccio in questo senso è già stato fatto ma l’esito non è stato positivo.

Le presenza di 4-5 liste in un paese di 4500 votanti è un’assurdità! Vorrei ricordare che il paese viene al primo posto, partiti e ambizioni personali non devono avere nessun peso.