Ctrl + P

Stampante

 

 

Quale opportunità migliore per scrivere un post se non le dimissioni di un consigliere comunale?

I 5 stelle solbiatesi non si lasciano scappare l’occasione .

Cito testualmente:

‘Speravamo qualcosa di diverso almeno in una realtà piccola come la nostra, ma probabilmente è una verità il proverbio che recita… “tutto il mondo è paese”.
Per questo, siamo convinti che nonostante le elezioni amministrative non ci abbiano dato ragione, il nostro comportamento onesto e trasparente nei confronti dei cittadini,passi. attraverso proposte e “fiato sul collo” che filma tutti i consigli comunali’ 

Avete capito? Perchè li si lavora, ci si scervella per il paese, notti insonni per capire…COME SI STAMPA

L’ennesima occasione persa

Domenica c’è stata la festa dello sport. Tutto bello, tranne la location.

Sabato, a Busto, stessa identica kermesse. Dove?

Tigros? NO

Carrefour? mmmh…NO

Più semplicemente in centro, dandogli modo di vivere.

Ma qui no, il paese si è spostato e non lo sapevo. Solbiate olona è  nel Golf, Solbiate Olona è nell’Iper, Solbiate Olona è nella Caserma. Solbiate Olona è in tutti i posti tranne che in paese.

Continuiamo così..

 

Cagate pazzesche (cit)

Nel consiglio comunale più finto della storia sono state approvate le aliquote delle TASI. Il motivo dell’assenza delle minoranze era chiaro ai più, a qualcuno invece è sfuggito: pace. Il sindaco si ‘bulla’ delle scelte fatte e indomito striglia le opposizioni:

Durante la seduta si è deciso di fissare l’aliquota minima per la TASI: in particolare la prima casa pagherà l’1 per mille mentre a tutti gli altri immobili è stato chiesto un contributo che sarà allo 0,70. Un piccolo aumento in vista per l’addizionale Irpef che aumentata dell’1,5, passando dal 2 al 3,5 per mille con un’esenzione per i redditi fino a 12mila euro e come l’anno scorso niente IMU. «Basta leggere questi numeri per capire come la tassazione in città sia tra le più basse» commenta Melis che contrattacca: «la battaglia delle opposizioni rischiava di portare i nostri cittadini a pagare di più».( fonte VareseNews)

Basta leggere questi numeri per capire che sarebbero stati gli stessi che lo stato avrebbe destinato di default al comune di Solbiate se il consiglio illegittimo di ieri non fosse stato fatto. Discorso diverso va fatto per il ‘piccolo aumento in vista per l’addizionale Irpef che aumentata dell’1,5, passando dal 2 al 3,5 per mille’

A casa mia sono certo che è quasi il doppio rispetto a prima.

Non ci resta che ridere:

 

Commenti ad 1 stella, scarsa…

 

fhhfjg

 

 

Il primo consiglio comunale non è stato un bell’inizio per la giunta Melis e, secondo qualcuno, neanche per le opposizioni.

Le dimissioni di Antonello Colombo non vanno giù ai 5 stelle solbiatesi.  Per i grillini, l’attaccamento alla poltrona e lo stipendio sembrano essere le cause. Per non parlare poi di Tisano e Lazzaretti utili,a loro dire, solo per giudicare le ‘mise’ della giunta comunale. Battuta, tra l’altro, più consona al cabarrettista(non me ne vogliano quelli veri) comparso nella campagna melisiana.

Ce n’è pure per la Pro loco. Presunte dimissioni dicono, figlie della débacle elettorale di Buongiorno Solbiate.

Tornando a noi, si parla di tradimento nei confronti dell’elettorato…va bè. Comunque non prendetevela Sonia e Alessia, hanno rispettato solo la linea del partito.

Quello che però mi chiedo è altro. Come mai nessun giudizio sulla nuova giunta Melis?

Non ci si chiede come mai una giunta lungimirante, capace di smascherare un’assistente sociale truffaldina ‘di colore’ (non si sa il perchè ma lo specificano sempre) si sia trovata ad arruolare 2 assessori esterni? Tra questi uno è Aspesani, non inserito nella lista elettorale forse perchè troppo riconducile all’NCD??? In questo caso l’elettorato non è stato tradito?

Possibile che una squadra così vincente avesse bisogno di farsi suggerire chi votare per la Commissione elettorale durante il consiglio stesso? Sbagliando pure per giunta, visto che è stata rifatta 3 volte? La finta chiamata all’ex assessore bloccato in ‘autostrada’ ?

Nessun commento sulle capacità dei consiglieri di maggioranza?

Rispondetemi a queste domande…

 

I franchi tiratori

riverso

(vignetta Tiziano Riverso)

Ha vinto Melis con il 45% dei consensi. Chapeau

Mi ricorda tanto Berlusconi, nessuno diceva di averlo votato ma poi sbancava sempre. Anche nei modi si somigliano molto: la foto con la vecchina, la foto del profilo destro, di fronte e del profilo sinistro, la foto con i volontari, quella con i militari…

Comunque:

Un terzo dell’elettorato di Buongiorno Solbiate è passato alla Voce Solbiatese (circa 300), gli altri 300 sono i Franchi tiratori.

Questi insospettabili, che poi si sa già chi sono, hanno deciso le sorti del paese. Le loro intenzioni erano già chiare da tempo solo che qualcuno se ne era accorto, altri ci hanno fatto affidamento per poi rimarci scottati.

Quando i posti verranno assegnati si avrà la quadratura del cerchio. Non ci resta che ripartire da quel 55% di solbiatesi che non si sente rappresentata da questa giunta.

Il colpo di grazia ad un paese già agonizzante è stato dato.

A qualcuno è bastata una bottiglia di vino da bere nel suo orticello, ad altri quella bottiglia servirà per festeggiare ben altro.

Dibattito tra i candidati

debate

 

Stasera presso il Centro Socio Culturale di Solbiate Olona andrà il scena il debate tra i candidati sindaco di Una Buona Idea, Buongiorno Solbiate e la Voce Solbiatese.

Cristina De Simone, Antonello Colombo e Luigi Melis dibatteranno moderati da Benedetto Di Rienzo.

Movimento 5 stelle e Lega Nord non hanno accettato l’invito di Iniziativa 21058, promotrice e organizzatrice dell’evento assieme a Noi del Tosi.

L’inizio è previsto per le 20:45